sabato 1 novembre 2014
n° 29 - novembre 1992
Una rivista che deve vivere ancora. "Il Territorio"
di Tiziano Pizzamiglio
    


Ancor oggi, mentre scrivo, non so dire se a questa voce della nostra cultura sarà concessa la possibilità di parlare ancora; troppi i detrattori, troppi gli interessi personali e insufficienti le risorse finanziarie.Tuttavia io credo che, sia pur a fatica, un futuro ci dovrà essere, perché, spento "Il Territorio", altro di analogo nel Monfalconese non rimarrebbe. Le possibilità di tenere in vita la rivista ci sono, naturalmente però sono necessarie alcune significative correzioni.
Io credo che la rivista in futuro, ma ripeto, a volerlo questo futuro siamo veramente in pochi, abbia a disposizione non più di tre opzioni, tre linee editoriali diverse, tre modi con cui collocarsi in una dimensione, in ogni caso, radicalmente rivisitata.
In una prima ipotesi si considererebbero aspetti esclusivamente locali della cultura, pubblicando interventi di stretta rilevanza mandamentale, privi com’è ovvio, di metodi scientifici che tutta la più buona volontà dello storico locale non riuscirebbe mai a compensare. L’effetto di una rivista così strutturata sarebbe inevitabilmente la totale perdita di interesse della potenziale utenza extra-mandamentale; naturalmente ci sono anche i lati positivi, infatti concependo la rivista così, sarebbe legittimo attendersi un maggior impatto sul territorio in termini di copie vendute.
La seconda soluzione prevederebbe interventi scelti con cura, raccogliendo organicamente tutto ciò che meriterebbe divulgazione fra la produzione culturale del mandamento, infatti non bisogna dimenticare che al Centro Culturale Pubblico Polivalente non è mai arrivato tutto ciò che di valido è stato prodotto in zona poiché, inevitabilmente e ovunque, accade che la rete dei collaboratori tenda a essere conforme alla linea editoriale in vigore e quindi a escludere chi non ha agganci con essa. Invece raccogliendo ogni cosa e selezionandola con cura , sarebbe possibile realizzare una rivista di notevole interesse, diretta espressione culturale del mandamento di Monfalcone, in grado di collocarsi dignitosamente in ambito regionale e al tempo stesso, con questa operazione, la rivista diverrebbe un’importante tribuna culturale e sociale dove presentare e divulgare studi di interesse, ma dove anche stabilire un dibattito culturale e sociale significativo e continuo sulle cose che contano veramente…

Scarica il PDF >>>
Torna al sommario <<<

 
anno 2004
anno 2003
anno 2002
anno 2001
anno 2000
anno 1999
anno 1998
anno 1997
anno 1996
anno 1995
anno 1994
anno 1993
anno 1992
 n° 29 <
anno 1990
anno 1989
anno 1988
anno 1987
anno 1986
anno 1985
anno 1984
anno 1983
anno 1982
anno 1981
anno 1980
anno 1979
anno 1978
admin